Inzaghi non svolta, Nicola sì: la Salernitana prenda spunto dall’Empoli

L'impatto di Davide Nicola con l'Empoli è stato immediato: i toscani ripartono affidandosi ai nuovi, in campo e in panchina.

NicolaFoto Mosca
Articolo di Redazione SDS22/01/2024

©️ “NICOLA” – FOTO MOSCA

È stato immediato ed impattante l’arrivo di Davide Nicola sulla panchina dell’Empoli. Dopo aver raccolto solamente 13 punti in 20 partite di campionato, la società toscana ha deciso in settimana di dare una scossa all’ambiente cambiando allenatore. Esonerato Aurelio Andreazzoli, che al netto di tante cose buone mostrate nel percorso non è riuscito ad ottenere i risultati desiderati.

La scelta della dirigenza è ricaduta proprio su Davide Nicola, libero da quasi un anno esatto dopo l’ultima esperienza sulla panchina della Salernitana. Ebbene, mentre proprio i granata sembrano impantanati nei bassifondi della classifica, con la squadra che continua a fare una fatica enorme a fare risultati e con Filippo Inzaghi che non sembra avere troppe carte in mano per cambiare marcia, l’impatto di Nicola con l’Empoli è stato rapido ed efficace.

3-0 al Monza di Palladino con tripletta di Zurkowski. Un’ottima prestazione che regala i primi 3 punti e che concede ai toscani un po’ di respiro, permettendo un passo in avanti verso la zona salvezza. Ma anche un messaggio chiaro, che magari la Salernitana dovrebbe cogliere: l’Empoli è ripartito nel segno dei nuovi. Forse sarebbe ora che anche a Salerno cambiasse qualcosa.