Superlega, De Laurentiis sorride: “E’ un cambiamento epocale”

Il patron azzurro De Laurentiis, sorride alla Superlega, un cambiamento epocale che permetterà di aumentare le entrate.

De Laurentiis
Articolo di Redazione SDS22/12/2023

©️ “DE LAURENTIIS” – FOTO MOSCA

Aurelio De Laurentiis, in un’intervista al Corriere dello Sport nella sede della Filmauro, ha definito la sentenza della Corte di giustizia europea in merito alla Superlega, come un “cambiamento epocale”.

“La posizione dominante di Uefa e Fifa, che oggi l’Europa censura, è servita a elargire bonus in cambio di consenso. Chi ha governato fin qui da monopolista non ha compreso che il calcio è un’impresa e ha bisogno di fatturati crescenti. Se io investo centinaia di milioni per partecipare a un circo che distribuisce noccioline, non fa utili e mi costringe a giocare sempre di più per tenere in piedi un carrozzone improduttivo, il gioco non vale la candela. Se penso che Lotito mi crea un danno enorme, vendendo le partite per cinque anni agli stessi interlocutori che forse alla scadenza del contratto non esisteranno più sul mercato. E le vende a un prezzo inferiore dell’ultimo triennio”.

De Laurentiis ha costruito il Manchester City italiano

Non si sono fidati di lei?

“Ma no. Se non fosse stato per il covid, io sarei stato più in America che qui. Il fatto è che non hanno esperienza della creatività dell’audiovisivo. Non sanno come si costruiscono i contenuti su un piano editoriale. Non è il loro mestiere e quindi navigano al buio. Perciò questa svolta è doppiamente importante“.

Perché ?

“Perché a catena molte croste sono destinate a saltare. Nel 1986 c’erano sedici club. Oggi sono venti e le entrate sono diminuite, anziché aumentare. Finché non si stabilisce che la maggioranza si calcola con il voto ponderale dei club, cioè dando più peso a chi fattura di più, nulla cambierà. Le piccole continueranno a egemonizzare la Lega con una logica sparagnina, perché il loro unico obiettivo è evitare la retrocessione. Questa sentenza ci esorta a cambiare regole”.

De Laurentiis contro i diritti a DAZN: “Così il calcio italiano morirà” -  Pianeta Milan