Elmas: “C’è un gruppo bellissimo. Ecco chi mi ha sorpreso di più”

Eljif Elmas, centrocampista del Napoli, ha raccontato come sta vivendo il sogno scudetto e alcuni aneddoti sulla squadra azzurra.

Articolo di Redazione SDS23/03/2023

©️ “ELMAS” – FOTO MOSCA

Indice dei contenuti

Eljif Elmas, centrocampista del Napoli, protagonista del nuovo format di DAZN “culture”, ha raccontato come sta vivendo il sogno scudetto e del momento che sta vivendo la propria squadra, dove tutti gli ingranaggi sono al posto giusto. 

Le dichiarazioni

“Avere tanti giocatori di nazionalità diverse è una cosa positiva? Dipende, non dalla nazionalità, ma da che tipo di uomo sei, da come sei cresciuto, dal carattere. Quest’anno gira tutto per il meglio. Anche negli scorsi c’era un bellissimo gruppo, ma non come quest’anno: non girava questa fortuna. C’è fortuna, ma anche noi che pedaliamo. Talloni delle scarpe bucate? L’ha fatto Tommaso perché mi facevano male i talloni, se non avessi fatto così non avrei potuto giocare”.

Torta Osimhen? Appena l’ho vista l’ho subito mandata a Victor. Credo sia anche giusto perché sta facendo una stagione eccezionale, è importante per lui ma anche per la squadra. Se gli cantiamo la canzone “Ha segnato Osimhen?” Sempre, dopo ogni rete. Parte Tommaso Starace e subito dopo tutti noi altri. Il giocatore che mi ha stupito di più è Kim, non solo per come gioca ma anche per il suo carattere e per il tipo di persona che è. Impressionante. Poi ci sono anche altri giocatori come Kvaratskhelia, Lobotka, Anguissa, Zielinski, Di Lorenzo, Mario Rui… se continuo non mi fermo più (ride, ndr), sono tutti importantissimi e fortissimi. Il nostro condottiero? Direi mister Spalletti, poi capitan Di Lorenzo”.

Ha poi concluso: “Che tipo di dolci sono i miei compagni? Kvara è un Èclair (biscotto ricoperto di cioccolato, ndr) perché è buono. Quando pensi a Kvara al Napoli dici è buono. Di Lorenzo è il BaclavaLobotka è il babàKim? Un dolce come lui non si trova… forse il profiteroles (ride, ndr)”.

Leggi anche: