Napoli, quanto vale il terzo posto?

Calcio e Finanza ha dedicato un focus sul valore dei piazzamenti. Il Napoli, con il terzo posto, ha guadagnato 12,7 milioni di euro.

de laurentiis
Articolo di Redazione SDS23/05/2022

©️ “DE-LAURENTIIS” – FOTO MOSCA

Calcio e Finanza ha dedicato un focus sul valore dei piazzamenti in classifica in Serie A. Il Napoli, con il terzo posto ha guadagnato 12,7 milioni di euro.

La posizione finale in Serie A non è però importante solamente da un punto di vista del risultato sportivo, ma anche sul fronte meramente economico. Concludere la stagione con più o meno punti, e di conseguenza in una determinata posizione in classifica, porta a ricavi differenti per le società tra quelli che vengono distribuiti per la voce “diritti televisivi”. La ripartizione dei proventi da diritti tv, infatti, viene effettuata sulla base dei criteri imposti dalla Legge Melandri (revisionata poi dalla riforma Lotti) e che prevede una distribuzione delle risorse provenienti dalla commercializzazione delle partite come segue:

  • 50% in parti uguali;
  • 30% in base ai risultati sportivi (di cui il 12% basato sul piazzamento e il 3% sui punti della stagione in corso, il 10% sulla base dei risultati conseguiti negli ultimi cinque campionati e il 5% sulla base della graduatoria formata tenendo conto dei risultati sportivi conseguiti a livello nazionale e internazionale dalla Stagione Sportiva 1946/47 alla sesta antecedente a quella di riferimento);
  • 20% in base al bacino d’utenza (di cui 8% in base alla audience televisiva certificata Auditel e 12% in base agli spettatori paganti)

La classifica dei proventi delle top 5

  • Milan – 17,6 milioni di euro
  • Inter – 14,8 milioni di euro
  • Napoli – 12,7 milioni di euro
  • Juventus – 10,6 milioni di euro
  • Lazio – 9,2 milioni di euro