Processo Juve, possibile stop per rinvio in Cassazione

Secondo l'Ansa, è possibile che si vada incontro ad uno sto per il rinvio in Cassazione per quanto riguarda il processo a carico della Juve.

Articolo di Redazione SDS24/03/2023

©️ “JUVENTUS” – FOTO MOSCA

Come riporta l’Ansa, c’è il rischio di un nuovo rallentamento nelle indagini che riguardano gli illeciti, o presunti tali, commessi dalla Juventus. Lunedì 27 marzo è fissata l’apertura dell’udienza preliminare dell’inchiesta Prisma, riguardante i conti e le operazioni dei bianconeri.

Secondo l’agenzia, però, è possibile uno stop per il rinvio in Cassazione: i legali degli indagati intendono proporre una questione di competenza territoriale e chiedere il trasferimento del processo a Milano. A meno che il Giudice non ritenga la richiesta infondata, può demandare la decisione alla Corte di Cassazione, che sarà a sua volta chiamata ad esprimersi in merito.

I legali della Juventus avevano già chiesto di spostare il processo a Milano durante le indagini preliminari: l’interlocutore, in quell’occasione, fu la procura generale presso la Cassazione. Il 30 novembre i pubblici ministeri della procura di Torino firmarono le richieste di rinvio a giudizio per Andrea Agnelli e altri indagati; i magistrati romani, quindi, non poterono pronunciarsi (sempre per ragioni di procedura).