Serie A, chi ha speso di più ad oggi?

Il Milan si gode il mercato insieme al Sassuolo, mentre Inter, Napoli e Salernitana dovrebbero darsi una mossa.

De Laurentiis
Articolo di Redazione SDS24/07/2023

© “DE LAURENTIIS” – FOTO MOSCA

Con il mese di agosto alle porte lo scenario della Serie A è il seguente: Milan e Juventus regine del mercato, Inter a rilento insieme a Napoli (e Salernitana) e grandi sorprese la Roma e soprattutto il Sassuolo. Esigenze diverse caratterizzano i movimenti di ogni società, ma è evidente che a meno di un mese dalla nuova stagione qualche club dovrebbe darsi una mossa per non farsi cogliere impreparato nei primi incontri.

Dopo l’addio di Ibrahimović e Maldini Cardinale vuole farsi perdonare dai tifosi facendo crescere l’entusiasmo affievolito nelle scorse settimane: i rossoneri hanno speso ben 70 milioni di euro in questa sessione di mercato e, oltre alla trattativa con Samuel Chukwueze, sembrano esserci ancora cartucce da sparare. La somma, al momento, è stata dilazionata tra gli acquisti di Christian Pulisić (20 milioni), Tijjani Reijnders (19 milioni), Ruben Loftus-Cheek (16 milioni) e Noah Okafor (14 milioni).

Discorso diverso per la Juventus che, nonostante la grossa spesa, non sembra essersi rinforzata come il Milan: i 77,6 milioni non hanno portato alcun nuovo calciatore a parte il figlio d’arte Weah. La restante somma è servita per i riscatti obbligatori di Kean, Locatelli e Milik. Giuntoli studia qualche prospettiva interessante, ma al momento trova soltanto una serie di porte chiuse. Molto indietro l’Inter, invece, che dopo aver perso l’ossatura scesa in campo nella finale di Champions non sembra aver trovato adeguati sostituti.

Menzione d’onore a Roma e Sassuolo, seppur in modi diversi: la Roma ha aggiunto al proprio roster parecchi giocatori di qualità e, come lo scorso anno, sono stati davvero pochi i quattrini sborsati in cartellini. I giallorossi hanno adottato, per questa sessione, la lingua dei parametri zeri e dei prestiti. Quanto agli emiliani, i neroverdi hanno investito ben 52 milioni di euro e tra gli acquisti troviamo Boloca, Mulattieri, Volpato, Missori, Bajrami e il riscatto di Pinamonti.

Decisamente indietro, invece, Napoli e Salernitana. Gli azzurri Campioni d’Italia non hanno ancora trovato un sostituto di Kim Min-jae, e le possibili partenze di Zielinski, Lozano e Osimhen comprometterebbero il regolare andamento dell’inizio della stagione. Faraoni, unico che al momento sembra essere prossimo a vestire la maglia del Napoli, non è ancora stato ufficializzato. I cugini granata, invece, oltre godersi la permanenza quasi sicura di Dia non hanno fatto di più, nonostante l’ottima base da cui partivano. Al momento tanto fumo e niente arrosto.