fbpx

Per lo scudetto De Laurentiis non ammette alibi

Per lo scudetto De Laurentiis non ammette alibi

© “AURELIO DE LAURENTIIS” – FOTO MOSCA

Dopo il girone d’andata dominato e il primo posto in classifica ottenuto con 50 punti, il Napoli non può più nascondersi, ha indosso i panni della favorita per la vittoria dello scudetto.

Dopo le partenze eccellenti di questa estate (Insigne, Koulibaly, Mertens ecc), gli azzurri si sono rivelati la vera sorpresa di questa stagione: ringiovanendo la rosa; abbassando il monte ingaggi e valorizzando i propri singoli come Kvaratskhelia e Kim.

Hanno messo a ferro e fuoco la Serie A, dirigendosi step by step alla conquista del tricolore. Una conquista del titolo, questa, che è passata attraverso la tappa necessaria dello scudetto d’inverno agguantato con due giornate di anticipo sulla chiusura dell’andata. Riconoscimento effimero per alcuni, non è certo nuovo dalle parti del Vesuvio, quando in epoca Sarri, ad esempio, lasciava sperare in futuri dorati mai concretizzatisi per un motivo o per l’altro.

Per anni la piazza ha incolpato il proprio presidente, Aurelio De Laurentiis, di non chiudere movimenti in entrata durante il mercato di gennaio, senza garantirsi i giusti rinforzi per affrontare i “ritorni”.

Basti pensare che, nella stagione 2017/18 – il famoso anno dei 91 punti – Cristiano Giuntoli comprò per Sarri lo svincolato Milic, terzino sinistro croato che, al termine di quell’annata, lasciò Napoli senza disputare neanche una partita.

Questa volta, però, la musica sembra essere cambiata. Aurelio De Laurentiis non vuole alibi, e accontenta tifosi e allenatore mettendo mano al portafoglio anche in questa finestra di mercato, andando a rinforzare gli unici due reparti dove i partenopei avevano bisogno di una “aggiustata”, un rinforzamento per stare più sicuri: per non venire meno nelle cusuture dicono da queste parti.

E, allora, dentro l’esperto terzino della Nazionale polacca Bartosz Bereszynski – arrivato in prestito dalla Sampdoria – risorsa indispensabile per far rifiatare lo stakanovista Giovanni Di Lorenzo, e sotto con un secondo portiere di peso, anzi che secondo, quasi un primo, un numero “uno e mezzo”. Pierluigi Gollini si è accasato a Castelvolturno, grazie ad un’operazione magistrale che ha visto Sirigu partire verso Firenze, e il nuovo arrivato ex Atalanta prenotato con un diritto fissato a soli 8,5 milioni.

Fascia e pali, tutto coperto alla luce del sole. De Laurentiis vuole vincere, e non si nasconde, rilancia. Niente Grassi o Regini, adesso il Napoli ha veramente la rosa più completa di tutto il campionato, al quale è stato mandato un messaggio mica da ridere. La capolista questo anno non fa sconti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.