L’ex boss Misso: “Bombe a Ferlaino? Non ne potevo più di perdere”

L'ex boss del Rione Sanità, Giuseppe Misso, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulle intimidazioni all'ex presidente del Napoli Ferlaino.

De Laurentiis
Articolo di Redazione SDS27/02/2022

© “FERLAINO” – FOTO MOSCA

Nella puntata di ieri della trasmissione “Insider” su Rai3, lo scrittore Roberto Saviano ha intervistato l’ex boss del Rione Sanità, Giuseppe Misso.

Misso ha raccontato di aver piazzato delle bombe al San Paolo e davanti casa di Ferlaino per convincere il presidente a lasciare Napoli: “All’epoca mi passò per la testa che Ferlaino avrebbe portato il Napoli alla rovina. Abbiamo iniziato questa protesta abbastanza dura nei confronti di Ferlaino, perché io e Nino venivamo da un’altra sconfitta del Napoli e non ne potevamo più. Dissi: “Questo la deve finire, deve andare via”.

Poi, la storia entra nel dettaglio: “Organizzammo un aereo da turismo con uno striscione con scritto “Ferlaino via, Juliano torna” e lo facevamo volare tutti i giorni su Napoli. Questo aereo sganciava dei manifestini, poi facemmo mettere dei manifesti, organizzammo una cosa davvero seria. Poi di notte andammo a mettere due bombe, non bombe carta ma vere. Dopo telefonammo al Centro Paradiso di Soccavo, dove c’era il ritiro del Napoli, dicendo che anche lì c’era una bomba. I calciatori scapparono nella notte in mutande”.