Rinnovo Koulibaly, la mossa del Napoli: ingaggio spalmato e triennale

Contratto in scadenza nel 2023, l'ultima idea di De Laurentiis è quella di spalmare l'ingaggio di Kalidou Koulibaly.

koulibaly
Articolo di Redazione SDS27/05/2022

© “KOULIBALY” – FOTO MOSCA

L’avventura al Napoli di Kalidou Koulibaly, pilastro del club azzurro, sembra ormai volgere al termine. Il contratto del centrale senegalese è in scadenza nel 2023, il rinnovo tarda ad arrivare e sono ormai tanti i top club alla finestra, pronti a trattare con l’agente Ramadani.

Come riportato dall’edizione odierna di Tuttosport, l’ultima idea del Napoli sarebbe quella di proporre a Koulibaly la spalmatura dell’ingaggio.

“È come dire che agli azzurri converrebbe prezzare il giusto il campione (la richiesta è di 40 milioni) e poi attendere gli eventi, così da evitare la fuga di Koulibaly in regime di svincolo.

Altro elemento chiave: a Fuorigrotta e dintorni sono rimasti davvero in pochi a credere che l’ex Genk intenda rinnovare il contratto, a maggior ragione se il presidente Aurelio De Laurentiis gli avesse chiesto di tagliarsi l’ingaggio attuale da 6 milioni di euro netti con spalmatura su più annualità in vista di un accordo fino al 2025. È sempre più difficile, insomma, che Koulibaly prolunghi l’intesa, così come non è credibile che il giocatore rimanga a Napoli fino all’ultimo giorno utile”.