fbpx

Lutto in casa Inter, è stato ucciso il capo ultrá Boiocchi

Lutto in casa Inter, è stato ucciso il capo ultrá Boiocchi

Durante la partita contro la Sampdoria, la Curva Nord ha ritirato gli striscioni, non ha più cantato e ha anche lasciato l’impianto a fine primo tempo: motivo l’assassinio di Vittorio Boiocchi, capo ultrá dei nerazzurri.

All’età di 69 anni, è stato ucciso dopo una sparatoria avvenuta in prima serata a Figino, periferia di Milano. Il grande tifoso interista ha conosciuto per diversi anni il carcere in modo ravvicinato e, ieri, è stato raggiunto da tre colpi da arma da fuoco al torace in via Fratelli Zanzottera, vicino il suo domicilio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.