fbpx

Torino-Napoli: le migliori quote

bremer

© “TORINO-NAPOLI” – FOTO MOSCA

Altro giro, altra corsa, questo sabato alle ore 15:00 c’è da aspettarsi un pieno di emozioni all’Olimpico Grande Torino, dove andrà in scena Torino-Napoli. Sfida tra due squadre, forse, che non hanno già più nulla da chiedere alla propria annata.

Torino-Napoli, lo stato di forma

Per i granata, che in questi giorni hanno onorato con l’apertura del Filadelfia la scomparsa del Grande Toro, sono settimane di celebrazione ed entusiasmo. Dopo essere stati vicini alla zona retrocessione nella scorsa stagione (conclusa al 17° posto), possono essere ben fieri della prima stagione targata Juric che significa, al momento, posizionamento a metà classifica e possibilità di restarci (nelle prime 10) dal 2018/19 con una finale il linea a quanto fatto vedere sinora: aggressione, fame e intensità.

Gli azzurri, invece, hanno vista le loro possibilità di vincere il titolo disintegrarsi a seguito di una disastrosa sequenza di tre partite (1 pareggio, 2 sconfitte), ma hanno trovato la forma lo scorso weekend battendo il Sassuolo con un roboante 6-1 e soprattutto sul divano di casa: quando domenica hanno osservato la Roma pareggiare col Bologna e consegnargli di fatto la matematica qualificazione in Champions, vero obiettivo della stagione che, ad oggi, potrebbe dirsi conclusa se non per la difesa del terzo posto.

Torino-Napoli, gli ultimi risultati

Il Toro scenderà in campo anche per difendere la sua imbattibilità, la tripletta di Andrea Belotti, nel finale dopo il 75° minuto nell’ultima partita contro l’Empoli, ha permesso ai padroni di casa di agguantare la terza vittoria nelle ultime sei partite, nelle quali, tra l’altro non hanno mai perso (4 pareggi e 3 vittorie). Imbattibilità alla quale va aggiunta quella in casa, dove i granata non perdono da tre partite (2 pareggi, 1 vittoria) avendo messo bocca anche sulla questione scudetto: bloccando sul pareggio sia il Millan che l’Inter.

Dall’altra parte il Napoli, capitanato dall’idolo dei tifosi Dries Mertens che in questa stagione ha guadagnato più punti in trasferta che in casa (37 contro 33), il che significa che ha già eguagliato il quantitativo più alto di punti nelle trasferte di campionato delle tre stagioni precedenti quando mancano ancora due trasferte (11 vittorie, 4 pareggi, 2 sconfitte).

Torino-Napoli, i precedenti

Ma cosa dicono i precedenti tra le due squadre? L’ultimo confronto tra le due squadre all’andata andato in scena allo Stadio Maradona si è concluso 1-0 per gli azzurri con gol di Osimhen. Nigeriano che ha timbrato il cartellino anche nell’ultimo scontro tra le due compagini a Torino (26 aprile 2021), vinto sempre dagli azzurri per 0-2 (Bakayoko, Osimhen). Ai granata la cabala in casa contro il Napoli non dice certo bene. Il Toro, infatti, non trova la vittoria contro il Napoli in casa da ben 6 anni (1-0 era il primo marzo 2015), poi 4 sconfitte e 2 pareggi, per una media gol di 3 a partita. 

Ed è proprio alla media gol che dobbiamo fare attenzione. Basti pensare che nelle ultime 4 partite giocate dai granata possiamo contare ben 17 gol fatti, e nello stesso intervallo gli ospiti ne hanno fatte registrare 19. Se il buongiorno si vede dal mattino.

Torino-Napoli, le quote migliori

Over 2,5: 1,75 Goldbet; 1,78 Leovegas;
Pareggio: 3,65 Goldbet; 3,65 Leovegas.

Torino-Napoli, dove vedere la partita

La partita di Serie A tra Torino e Napoli sarà trasmessa in diretta e in esclusiva da DAZN. La telecronaca DAZN sarà affidata ad Edoardo Testoni, con commento tecnico di Simone Tiribocchi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.