#CFDM: Che figura di m…, 8a giornata

#CFDM: Che figura di m…, 8a giornata

© “JURIC” – FOTO MOSCA

Torna la rubrica Brillante del CFDM: Anche questa settimana daremo la top 10 del weekend di Serie A e non solo. Abbiamo dato qualche CFDM anche alla Premier, anzi a due allenatori della Premier.

10° POSTO: CANALE 21

La domanda posta da una giornalista, da noi tanto stimata, alla conferenza prepartita, sul sentimento di mister Spalletti verso Napoli dopo il furto della sua Panda, merita di diritto una citazione in questa speciale classifica. Da applausi la risposta di Lucian-one. #CFDM

9° POSTO: JURIC

Aveva condannato il Napoli all’Europa League lo scorso maggio. Dopo 5 mesi torna al Maradona, perde e si lamenta prima, dopo e durante la partita. Nella sua testa fantasiosa, il Torino avrebbe meritato addirittura la vittoria giocando un gran calcio. E il rigore sbagliato da Insigne? Ed il colpo di testa di Osimhen? Ed il rigore in movimento sbagliato da Koulibaly? E Zielinski che per un soffio non arriva su un pallone da spingere soltanto in rete? Ed il gol annullato a Di Lorenzo? Ed il palo di Lozano? Ed il primo fallo commesso dal Napoli solo al minuto 68? Caro Juric, beccati questa #CFDM

8° POSTO: DIMARCO

Minuto 81, a metà campo subisce un falletto da un laziale, si butta a terra come se un tir l’avesse investito a 200 km/h. Lautaro calcia centrale, Reina fa ricominciare l’azione, Felipe Anderson non si ferma, la passa a Immobile, tiro di Ciro, parata di Handanovic, Felipe segna a porta vuota. Rissa. Si alza Dimarco. Senza spray, senza soccorso. Miracolo. Anzi… #CFDM

7° POSTO: RANIERI

In Inghilterra ha un posto nella storia della Premier con la sua vittoria al Leicester. Sabato è tornato in quel campionato, esordio casalingo con il Watford contro il Liverpool di Salah. Grandi aspettative, zero a cinque. #CFDM

6° POSTO: INSIGNE

Questa settimana 3 rigori falliti in Serie A, uno da Ilicic, l’altro da Veretout, il terzo da Lorenzo Insigne. Il capitano azzurro però, rispetto agli altri due, entra in questa speciale classifica settimanale perchè è il terzo che sbaglia quest’anno. E perchè al momento del cambio si lascia andare all’ennesima protesta contro Spalletti. Recidivo. In tutti i sensi. #CFDM

5° POSTO: GUNTER

Quando la tua squadra viene rimontata dallo 0-2 al 2-2 e mancano 15 minuti alla fine della partita, si affida ai difensori per portare a casa un pareggio importantissimo ai fini della salvezza. Ma Koray Gunter, difensore tedesco con cittadinanza turca, su un innocuo cross di Castillejo, prima inciampa da solo alla Fantozzi e poi, alla Fantozzi alla riscossa, colpisce in modo anomalo il pallone, mettendolo alle spalle del proprio portiere. La deviazione di Gunter è una cagata pazzesca. #CFDM

4° POSTO: SOLSKJAER

L’allenatore norovegese, nonchè sosia di Mr. Bean, merita la posizione numero 4 perchè prende 4 gol dal Leicester e perchè nelle ultime 4 in Inghilterra, 3 di Premier, 1 di Coppa, ne ha perse 3 e pareggiata 1. Ed in Champions è stato capace di perdere con lo Young Boys. E visto che la dirigenza United per lui ha cacciato più soldi del governo italiano per Alitalia, allora possiamo parlare di fallimento. #CFDM

3° POSTO: SALERNITANA

Noi di SportdelSud siamo dei romanticoni. Siamo legati alle storie più che ai risultati, anche perché il Sud non è famoso per le vittorie. Pertanto non possiamo non inserire in questa particolare classifica la Salernitana intesa come presidenza e dirigenza. Come si può esonerare un professionista serio, nonché un allenatore super preparato come Castori, che lo scorso anno ha compiuto un vero miracolo portando la Salernitana da una lotta salvezza ad un 2° posto promozione? E che quest’anno, per la situazione Lotito-Lazio, in pratica ha anche indebolito la rosa? 4 punti in 8 partite non sono tantissimi, ma ha perso di misura a Bologna (la Lazio ne ha prese 3 su quel campo), con l’Atalanta (gol Zapata al 75’), rimontato il Verona, perso di misura a Sassuolo, battuto il Genoa e perso con lo Spezia per due eurogol. Ingiusto, senza riconoscenza. #CFDM

2° POSTO: LUIZ FELIPE

Mentre scrivo rido pensando alla scena. Il difensore della Lazio, convinto di giocare una partitella del giovedì tra sposati e divorziati, a fine partita decide di saltare sulle spalle dell’amico Correa per prenderlo in giro. Alla fine di una partita terminata in rissa, pensava di divertirsi. O magari che Correa si fosse girato per ridere insieme a lui. Cartellino rosso. Ahahahahahah. #CFDM

1° POSTO: ORSATO

Il fischietto di Schio tra 20 anni sarà ricordato per il caso Pjanic, più che per le centinaia di partite arbitrate, finali europee e mondiali compresi. Ma in Juve-Roma quasi si supera quando a fine primo tempo, mentre Abraham sta per segnare a porta vuota, decide di fischiare il rigore ed interrompere l’azione. E negli spogliatoi, beccato dalle telecamere di Dazn (il segnale non si è bloccato fortunatamente), dice a Cristante che il regolamento non prevede vantaggio in area di rigore. Falso. Anzi falsissimo. E per un arbitro considerato il migliore d’Italia, non conoscere il regolamento è qualcosa di molto molto grave. E quindi, il primo posto è tutto suo, senza alcun dubbio. #CFDM. Storica direbbe Emilio Fede. Eh sì, perchè rimarrà nella storia non solo per Pjanic, anche per Abraham!

Leave a Reply

Your email address will not be published.