Focolaio Leicester, interviene l’ASL: tamponi immediati al gruppo squadra

rodgers

Come annunciato ieri dal tecnico del Leicester Brendan Rodgers, il club inglese arriva a Napoli decimato per via di un diffuso contagio da Covid che sta prendendo piede all’interno del gruppo squadra. In tutto sono 10 i soggetti risultati positivi: 7 calciatori (Lookman, Amartey, Iheanacho, Vestergaard, Perez, Benkovic, e Daley-Campbell) e 3 membri dello staff.

Come riporta Il Napolista, è impossibile che le autorità sanitarie sorvolino su questa situazione, dato che il Leicester al momento rappresenta a tutti gli effetti un focolaio pericoloso: “La Asl Napoli 1, che stamattina ha partecipato alla tradizione riunione tra le due squadre e la Uefa per l’organizzazione dell’incontro, ha stabilito che il gruppo del Leicester dovrà immediatamente sottoporsi a tamponi sul territorio napoletano. I tamponi saranno effettuati in albergo, all’Hotel Vesuvio, e nel pomeriggio si conosceranno i risultati. Anche se, in linea teorica, il protocollo Uefa non prevede tamponi ma vista la situazione il delegato Uefa non ha avuto tentennamenti nel dare l’ok. Il Leicester ha provato ad opporsi ma poi ha accettato”.

Giro di tamponi, dunque, immediato e obbligatorio per tutti i componenti del club inglese giunti a Napoli per scongiurare qualsiasi rischio. Giusto così, soprattutto alla luce della diffusione nel Regno Unito della nuova variante Omicron.

Leave a Reply

Your email address will not be published.