Mihajlović: “Spalletti grande allenatore, Osimhen ignorante”

Mihajlović: “Spalletti grande allenatore, Osimhen ignorante”

Sinisa Mihajlović ha presentato in conferenza stampa la sfida tra il suo Bologna e il Napoli. Le due squadre si affronteranno domani sera, alle 20:45, nel posticipo che chiuderà la decima giornata di Serie A. Di seguito, riportiamo alcuni dei passaggi più interessanti delle sue dichiarazioni.

Queste le parole del tecnico rossoblù sulla propria squadra: “La squadra sta bene. Abbiamo due squalificati e valutiamo Arnautovic (non è stato convocato). Faremo necessariamente qualche cambio, ma sono sereno perché chi giocherà lo farà bene. I ragazzi si stanno allenando bene, anche perché altrimenti non sarebbero riusciti a fare certi tipi di partite. Poi se riesci a giocare alla pari con certe squadre in inferiorità numerica, sicuramente si ha una conferma in più”.

Mister Mihajlović ha poi analizzato i singoli e i probabili sostituti degli assenti: “Orsolini e altri sicuramente stanno soffrendo il nuovo modo di giocare. Skov Olsen, per esempio può giocare anche sulla fascia, Vignato e Sansone possono giocare in un centrocampo offensivo e Orsolini come seconda punta. Avranno le loro occasioni. Domani vorrei mettere Dominguez, Schouten e Svanberg. Poi, se uno dei tre non dovesse farcela, potrei mettere anche Vignato. Theate sta crescendo, ha carattere e ha tanta voglia di imparare. Quando sbaglia vuole rivedere le cose, si prende le sue responsabilità e fa di tutto per migliorarsi”.

Poi, Mihajlović ha detto la sua sul Napoli, soffermandosi sul lavoro di Spalletti e sull’exploit di Osimhen: “Spalletti? Lo conosco da tanti anni. È un ottimo allenatore e ho un buon rapporto con lui, ma non lo conosco bene. Ricordo che quando io stavo all’Inter e lui nella Roma, noi abbiamo vinto tanto ma loro giocavano meglio. Osimhen? Incide più di Lukaku lo scorso anno. Non so cosa gli diano da mangiare a Napoli, sembra che abbia il motorino. È ignorante, ma nel senso buono della parola: corre, apre il gioco, riparte, segna. È veramente forte, non mi aspettavo così tanto. C’è anche da dire che lo hanno pagato 70 milioni però”.

In conclusione, si è affrontato il tema, molto caldo in questi giorni, degli arbitri: “Sono stati squalificati quattro allenatori. Se tu squalifichi contemporaneamente Mourinho e Spalletti qualcuno sicuro è scontento. Io ho fiducia negli arbitri, ma vorrei che ci fosse più collaborazione anche da parte degli allenatori. Dobbiamo avere la possibilità di confrontarci anche con gli arbitri. Con Orsato, ad esempio, si può parlare e discutere. Anche gli arbitri devono capire il nostro stato d’animo. Alla fine del primo tempo della partita contro il Milan, ho chiesto a Valeri il perché dell’espulsione di Soumaoro. Lui al ritorno dagli spogliatoi mi ha detto di aver guardato l’azione e che Krunic sarebbe arrivato sulla palla. Se la sua percezione è quella, è giusto che si comporti di conseguenza, ma serve il confronto in modo da capire le scelte. Io credo che finché uno chiede spiegazioni, per quanto possa essere infuriato, non è giusto che venga espulso“.

Leave a Reply

Your email address will not be published.