Maiello: “Su Mignani ci sentiamo responsabili, Marino ci farà divertire”

Raffaele Maiello ha espresso a RadioBari il suo pensiero sul cambio in panchina, frutto dei risultati non soddisfacenti delle prime nove stagionali.

Articolo di Redazione SDS17/10/2023

Raffaele Maiello, centrocampista veterano del Bari, ha espresso a RadioBari il suo pensiero sul cambio in panchina, frutto dei risultati non soddisfacenti delle prime nove stagionali.
Ecco le parole:

Su Marino:Marino propone un calcio offensivo, ci chiede di divertirci e far divertire. La miglior cura per noi è quella di vincere la prossima gara. Il nuovo modulo permette di fare cose diverse, con ampiezza sugli esterni, allo stesso tempo però servono equilibrio e marcature preventive. La rosa di quest’anno ha qualità, con giocatori di categoria. Stiamo faticando un pochino, ma la situazione non è drammatica, ciò che ci manca è mantenere la prestazione per tutta la partita”.

Su Mignani: “Noi ci sentiamo responsabili, quello che paga è sempre l’allenatore, ma con lui abbiamo raggiunto risultati straordinari. Ci è dispiaciuto, anche perché ho letto come i senatori l’abbiano tradito. Non è vero e sono cose non belle, ci siamo presi anche un caffè con lui, perché in questi anni abbiamo provato a remare tutti dalla stessa parte”.

Inoltre il centrocampista biancorosso ha parlato di una sua vecchia avventura con Marino ai tempi del Frosinone: “Fu un annata importante, ottenemmo 74 punti e non so come non riuscimmo ad andare in Serie A. Poi ai playoff perdemmo in malo modo con il Capri in 9 contro 11, in casa nostra. Con lui mi sono trovato bene”.

Sull’episodio di Nasti: “Al suo rientro ci siamo messi tutti il casco (ride, ndr). Lui è giovane, ma ha capito l’errore che ha fatto. Gli servirà da lezione”.