Perché Garcia non fa giocare Lindstrom?

Cosa deve fare Lindstrom per conquistare un posto da titolare nel Napoli di Rudi Garcia?

LindstromFoto Mosca
Articolo di Redazione SDS27/10/2023

© “LINDSTROM” – FOTO MOSCA

Jesper Lindstrom è stato l’ultimo colpo di mercato portato a termine dal Napoli. Il giocatore danese è arrivato dall’Eintracht Francoforte per 30 milioni di euro con la formula del prestito con obbligo di riscatto.

Il classe ’99 in questi anni in Germania ha messo in mostra il proprio talento che hanno smosso l’interesse di anche altri club, ma alla fine i campioni d’Italia hanno battuto la concorrenza e hanno portato a casa un profilo dotato di qualità importanti.

Qualità che però Lindstrom non è ancora riuscito a mettere in mostra in maglia azzurra. In una delle sue prime dichiarazioni, l’ex Francoforte ha velato il motivo della scelta di approdare in Campania:

È un onore firmare per il Napoli campione d’Italia, potevo andare in Premier League al Liverpool ma li non avrei giocato. A Napoli mi hanno promesso minutaggio“.

Minutaggio che ancora non è arrivato per il danese, o almeno non con la continuità che si aspettava quando ha firmato con il Napoli. Allora il quesito sorge spontaneo: perchè Rudi Garcia non fa giocare Lindstrom?

Lindstrom in panchina, è solo colpa di Garcia?

Per molti la causa del mancato impiego di Lindstrom è l’allenatore Garcia, ma sicuri che sia solo colpa sua? Facciamo chiarezza. Come per Natan e Cajuste, anche il Danese è arrivato alla fine dei ritiri estivi e, di conseguenza, non ha avuto tempo e modo di inserirsi negli schemi del tecnico francese.

Bisogna poi evidenziare il fatto che Lindstrom nel ruolo di esterno destro è adattato. Infatti, il classe ’99 è un trequartista, ruolo che ha ricoperto sia all’Eintracht che al Brondby. Di conseguenza, Lindstrom ha bisogno di imparare i movimenti e i compiti per interpretare al meglio il nuovo ruolo.

Infine, bisogna considerare le ottime prestazioni di Matteo Politano. L’attaccante italiano sta vivendo il suo miglior periodo da quando è a Napoli in termini di rendimento e di numeri. L’esterno offensivo non garantiva queste prestazioni dai tempi di Gattuso e, ad oggi, nessuno riuscirebbe a togliere il posto a questo Politano.